La testimonianza di Susy, 32 anni

Sposata da 11 anni. Abbiamo subito cercato una gravidanza che purtroppo non arrivava. Dopo vari anni e nonostante vari tentativi di fecondazione assistita il risultato era sempre negativo.

Abbiamo deciso di provare The ONE durante il nostro settimo ciclo di fecondazione assistita.

Dopo un mese, al risultato delle beta hcg non potevamo crederci. Per la prima volta e dopo 6 negativi il nostro primo positivo. Ero incinta, sarebbe arrivato il nostro bambino. Finalmente il nostro sogno si realizzava!

Dopo qualche anno abbiamo deciso di cercare un altro bambino. Abbiamo intrapreso un nuovo ciclo di fecondazione assistita e ovviamente ho ricominciato ad assumere The ONE. Ancora una volta siamo rimasti sbalorditi all’immediato risultato positivo. Ero di nuovo incinta e per la seconda volta il cuore ci scoppiava di gioia!

La testimonianza di Chiara, 43 anni

Ho cominciato il mio percorso con The ONE quando avevo già una bambina di quasi 7 anni e una collezione di 5 aborti spontanei, avvenuti in un periodo di 5 anni, successivi alla nascita di mia figlia. Le gravidanze iniziavano senza alcun problema quando cercate, ma si interrompevano tra le 10 e le 14 settimane senza alcun sintomo.

Avevo già eseguito ogni tipo di esame ma senza ottenere alcun riscontro che potesse ricondurre gli aborti ad una problematica evidente.

Dopo il quinto episodio gli specialisti che mi seguivano non sapevano più cosa fare né cosa suggerire. Nemmeno un percorso di fecondazione assistita avrebbe avuto senso poiché non avevo difficoltà a iniziare una gravidanza.

Non potendo più contare sul supporto medico, ho iniziato a ricercare da sola materiale e testimonianze di casi simili da cui poter trarre spunto e sono così venuta a conoscere The ONE.

Ne comincio l’assunzione e dopo un paio di settimane ho iniziato a sentire una sensazione di benessere fisico generale.

Convivevo da qualche tempo con alcuni fastidi alla schiena, soprattutto al tratto cervicale e con qualche dolore nelle fasi intermedie del ciclo, che sono completamente spariti.

Il ciclo mestruale è diventato regolarissimo e non doloroso e la percezione generale è stata quella di rilassamento.

Dopo un ciclo di 6 mesi di trattamento decido di cercare nuovamente la gravidanza e all’inizio del 2020 è nata Giulia!

Una gravidanza vissuta nei primi mesi con una forte preoccupazione visti i precedenti per nulla piacevoli. Ma la piccola continuava a crescere…ha superato il primo trimestre e poi anche i successivi…e finalmente è arrivata, al termine di una gravidanza assolutamente normale.

La testimonianza di Angelyc, 43 anni

The ONE è un nutraceutico eccezionale, prescritto dalla mia dottoressa assieme ad un regime alimentare adeguato e specificamente tarato su di me, è stato la chiave per poter riuscire nel nostro desiderio di diventare genitori in modo naturale dopo diversi tentativi falliti con PMA.

Durante il trattamento l’utilizzo di questo farmaco ha contribuito a mantenere i parametri del mio corpo a livelli idonei per poter portare a termine la gravidanza, soprattutto senza problemi né per me né per il mio bambino.

Siamo stati felicissimi del risultato ottenuto.

La testimonianza di Manuela, 33 anni

21.02.2019 è il giorno in cui sono stata operata per la rimozione di una cisti endometriosica. A partire da questa data è iniziato un lungo percorso a ostacoli: diagnosi di infertilità e due tentativi fallimentari di FIVET.

Mi rivolsi a una super dottoressa e iniziai una dieta mirata alla ricerca di una gravidanza. La dieta è stata combinata con l’assunzione di alcuni integratori, tra cui THE ONE. Sono stati mesi di sacrifici, ma ben ripagati: dopo 6 mesi scopro di essere incinta.

La gioia è stata indescrivibile e so che, se oggi abbiamo una piccola principessa che corre in giro per casa è anche grazie a THE ONE.

THE ONE: Lo studio clinico

In Europa, il tasso di gravidanza nell’ambito della medicina riproduttiva e della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) è ancora molto basso e novità sia in campo diagnostico che di trattamento sono fortemente richiesti.

Pertanto, l’identificazione e la convalida di nuovi biomarcatori e di approcci terapeutici naturali è un promettente campo di innovazione nella pratica clinica nel tentativo di aumentare il tasso di gravidanza.

Alla luce di quanto appena detto un Team di ricercatori, negli ultimi anni, si è concentrato sulla problematica sopra descritta nel tentativo di identificare una correlazione tra il sistema immunitario femminile e le condizioni di infertilità idiopatica sine-causa.

Il sistema immunitario è ciò che controlla lo stato interno dell’organismo e come reagisce in presenza di un insulto, un fattore di stress e/o una condizione anormale (meccanica, metabolica, ormonale, tossica, ecc.).

Durante il processo riproduttivo, la presenza dell’embrione all’interno del corpo materno diventa un punto focale. Costituito per il 50% dal materiale genetico paterno, l’embrione è quindi identificato come un agente “estraneo” che il sistema immunitario della madre cerca di aggredire.

Tuttavia, i meccanismi fisiologici innescati dalla gravidanza fanno sì che l’embrione sia immunologicamente “tollerato”, in quanto necessario per la perpetuazione della specie.

Questo però SOLO quando il sistema immunitario della madre si trova in uno stato di equilibrio fisiologico.

La presenza di alterazioni di questo equilibrio invece, possono causare aborti spontanei o problemi di impianto dell’embrione. Cause esogene (malattie infiammatorie, stress, tossine, ecc.) così come cause endogene (genetiche, ecc.) sono fattori scatenanti causativi dello squilibrio immunitario.

Attraverso la ricerca scientifica e l’evidenza clinica, il Team ha voluto dimostrare come un nuovo approccio sistemico può aiutare ad ottenere una gravidanza con un tasso più elevato.

Questo approccio ha visto la combinazione di un PANNELLO DIAGNOSTICO di 4 biomarcatori ed un NUTRACEUTICO (Integratore Alimentare) come strategia combinata.

Il pannello diagnostico ha combinato 4 biomarcatori, componenti del sistema immunitario del sangue periferico che possono causare uno stato di alterazione del sistema immunitario stesso:

  1. il Fattore Tossivo del Complemento (CATF);
  2. per l’infiammazione, il Tumor Necrosis Factor alfa (TNFa),
  3. per lo stress ossidativo il Total Oxidative Status (TOS)
  4. e per i processi di immunosoppressione la Glicodelina (GLY).

I risultati ottenuti dallo screening di 86 donne diagnosticate con infertilità idiopatica sine causa e pubblicati nel 2017 (Maxia et al., 2018) ha dimostrato che: il 36%, il 30,2%, il 3,5% ed l’1,2% sono risultate positive rispettivamente ai biomarcatori 1, 2, 3 e 4.

Più in dettaglio:

  • il 19,8% positive alla GLY,
  • il 18,6 positive to TNFa,
  • il 25,6% positive al TOS
  • e il 47,7% positive al CATF.

Questi dati hanno mostrano inequivocabilmente come queste donne fossero a rischio di poliabortività o non-attecchimento indotto dall’alterazione del sistema di tolleranza materno-fetale.

Nell’ottica dei dati ottenuti e con l’intento di potenzialmente incrementare la pregnancy rate tentando di bilanciare e modulare in senso positivo il sistema di tolleranza materno-fetale (sistema immunitario) è stato sviluppato un nutraceutico naturale, The ONE, composto da 4 fitoterapici ad azione nota sia come antinfiammatori che come antiossidanti.

Per mostrare un eventuale effetto benefico dell’integratore stesso si è proceduto a mettere in essere uno Studio Pilota su 47 donne infertili sottoposte al trattamento con il Nutraceutico per un periodo non inferiore a 60 giorni.

Di queste, 26 hanno deciso di sottoporsi ad un nuovo ciclo di PMA, i cui dati hanno mostrato un tasso di gravidanza del 42,3% che comparato con il 2,9% osservato nello studio iniziale (ciclo di PMA precedente alla somministrazione di The ONE) indica un incremento del tasso di gravidanza indotto dalla somministrazione dell’integratore statisticamente significativo, riportabile ad un 39,4%.

THE ONE

Nutraceutico con proprietà antinfiammatorie e antiossidanti ad effetto adattogeno

90 capsule

Brevettato

Klarna

Compra ora, paga dopo

Cos'è Klarna?

Testato clinicamente

Brevettato

Senza glutine

Senza lattosio

100% naturale e vegano

Risultati già nei primi 60 giorni di trattamento

  • Antiossidante
  • Antinfiammatorio
  • Immunomodulante
  • Efficace per contrastare la sindrome premestruale
  • Testato clinicamente per combattere l’infertilità inspiegata femminile
  • Contrasta reumatismi e dolori articolari
  • Agisce contro l’accumulo lipidico.

Si consiglia l’assunzione fino a 3 compresse al giorno preferibilmente lontano dai pasti e con abbondante acqua* per aumentarne l’assorbimento.
Preferibilmente 2 al mattino e 1 al pomeriggio.

(* l’ambiente acido dello stomaco diminuisce l’assorbimento della capsula. L’acqua diminuisce l’acidità nello stomaco e aiuta a sciogliere la capsula).

Curcuma (Curcuma longa L.) rizoma tit. 18% curcuminoidi estratto secco, bromelina 2500 GDU da Ananas (Ananas comosus (L.) Merr.) gambo estratto secco, agente di carica: cellulosa microcristallina; papaina 100 TU/mg da (Carica papaya L.) frutto estratto secco, pepe nero (Piper nigrum L.) frutto estratto secco; antiaggregante: magnesio stearato.

Valori medi
per 3 capsule
Bromelina 2500 GDU310 mg
Curcuma 394,5 mg
Papaina 100 TU/mg 375 mg
Pepe nero3,15 mg

Non contiene

Glutine, lattosio, additivi artificiali. Formula 100% naturale e vegetale. Capsula vegana.

Sono numerosi gli studi clinici che attestano le numerose attività degli ingredienti che abbiamo scelto per The ONE e i benefici che possono comportare per il nostro organismo. Puoi scaricare alcuni significativi studi scientifici qui sotto.

Curcuma longa

Carica Papaya

Bromelina

Piper nigrum

Scopri di più sugli ingredienti di THE ONE

Papaina

Curcuma

Bromelina

Piper nigrum

THE ONE per il trattamento dell’infertilità inspiegata

THE ONE come antiossidante e antinfiammatorio

THE ONE: testimonianze

Lo studio clinico

Domande frequenti (FAQ)

Gli studi condotti e i dati presenti in letteratura sull’azione fisiologica dei nutraceutici (integratori) mostrano una riduzione di stato ossidativo e infiammazione, già dai primi 2 mesi di somministrazione.
Sì certamente, THE ONE è completamente naturale e vegano.
THE ONE ha mostrato di essere efficace come adiuvante ai normali, se presenti, trattamenti farmacologici legati alle tecniche di PMA, nei casi di infertilità inspiegata, spesso correlati a una disfunzione immunitaria con carico infiammatorio, sulla quale THE ONE ha agito come immunomodulante.
Se si sta seguendo una terapia farmacologica, si consiglia di consultare il proprio medico curante prima di cominciare ad assumere THE ONE.
THE ONE può essere assunto in modo continuativo per 6 mesi, al termine dei quali consigliamo una breve interruzione, prima di riprenderne l’utilizzo.
THE ONE contiene pochi ingredienti, tutti di elevatissima qualità e soprattutto altamente biodisponibili, ovvero assimilabili dal nostro organismo. Ogni ingrediente è presente in alta concentrazione e tutti gli ingredienti sono stati perfettamente bilanciati tra loro per renderlo efficace e performante.
Nei casi legati a problematiche di infertilità, THE ONE è stato utilizzato fino alla 12-14a settimana di gravidanza. Tuttavia, per via dell’elevata concentrazione di curcuma, si sconsiglia l’utilizzo dell’integratore durante gravidanza e allattamento.
THE ONE interviene sull’organismo riducendone l’ossidazione e il carico infiammatorio e può pertanto risultare molto utile durante un percorso di PMA per migliorarne le possibilità di successo. Consigliamo comunque di consultare il proprio medico curante prima di cominciarne l’assunzione.

Non hai trovato la risposta che cercavi?

Avvertenze

Disclaimer

SU
ACCOUNT
Lista desideri

Login

Crea un account

Recupero password

Hai dimenticato la tua password? Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email. Riceverai un link via email per creare una nuova password.

CARRELLO 0